Il gatto delle sabbie del MaroccoI ricercatori Grégory Breton e Alexander Sliwa hanno ripreso i particolari felini, difficilissimi da scovare, nel loro ambiente naturale.

Roma, 12 ottobre 2017 - I ricercatori Grégory Breton e Alexander Sliwa stavano viaggiando, intorno alle due del mattino, lungo il deserto del Sahara, in Marocco, e aun certo punto i fari della loro jeep hanno illuminato tre paia di occhi. "Erano tre cuccioli di gatto delle sabbie", scrive Breton. Il gatto delle sabbie è un piccolo felino diffuso nei deserti africani e asiatici, tarchiato, con coda lunga e grandi orecchie appuntite. Vive a temperature molto elevate ed è difficilissimo da scovare perché non lascia tracce o resti delle sue prede e il suo miagolio è impercettibile. Per la prima volta viene realizzato un filmato che riprende i felini nel loro ambiente naturale.

Breton e Sliwa appartengono all'organizzazione Panthera, impegnata nella conservazione delle 40 specie di gatti selvatici nel mondo.

(Fonte: www.quotidiano.net)

Gatto delle sabbie del sud del Marocco
 Gatto delle sabbie del sud del Marocco
 Gatto delle sabbie del sud del Marocco